(Italiano) Enoteca Pinchiorri, il ruolo del Brunello

Bottiglie

Bottiglie

E’ uno dei luoghi più bramati e desiderati dagli eno-appassionati di tutte le latitudini, un sancta sanctorum che custodisce 130.000 bottiglie provenienti dalle più prestigiose denominazioni italiane, francesi e internazionali: è la cantina dell’Enoteca Pinchiorri, 3 stelle Michelin che, oltre alla grande cucina di Annie Feolde, offre la possibilità di scegliere in una delle carte dei vini tra le più complete del pianeta, selezionata da Giorgio Pinchiorri in quasi 40 anni. Ma che spazio occupa il Brunello in una cantina di tale fama? Ivano Boso, il direttore, spiega: “nel reparto italiano la Toscana fa da padrona, a sottolineare il legame con la nostra regione d’origine. Qui il Brunello occupa un posto di fondamentale importanza, in quanto rappresenta non solo l’emblema della Toscana, ma soprattutto una grande immagine ed una altissima qualità”.

Bottiglie

Bottiglie

E’ uno dei luoghi più bramati e desiderati dagli eno-appassionati di tutte le latitudini, un sancta sanctorum che custodisce 130.000 bottiglie provenienti dalle più prestigiose denominazioni italiane, francesi e internazionali: è la cantina dell’Enoteca Pinchiorri, 3 stelle Michelin che, oltre alla grande cucina di Annie Feolde, offre la possibilità di scegliere in una delle carte dei vini tra le più complete del pianeta, selezionata da Giorgio Pinchiorri in quasi 40 anni. Ma che spazio occupa il Brunello in una cantina di tale fama? Ivano Boso, il direttore, spiega: “nel reparto italiano la Toscana fa da padrona, a sottolineare il legame con la nostra regione d’origine. Qui il Brunello occupa un posto di fondamentale importanza, in quanto rappresenta non solo l’emblema della Toscana, ma soprattutto una grande immagine ed una altissima qualità”.