Pino Daniele, l’artista che amava il Brunello

“Il ricordo più nitido che ho di Pino è semplice: lui, a ogni concerto chiedeva sempre di avere una bottiglia di Brunello di Montalcino in camerino. Penso che fosse il suo vino preferito, che poi è pure uno di quelli che io adoro… quindi era bello poter brindare con lui”. È con queste parole che Miguel Dell’Acqua, proprietario di “Assomusica”, un’associazione che organizza e produce spettacoli di musica dal vivo, ricorda Pino Daniele, uno fra i più importanti cantautori italiani conosciuti nel mondo, che proprio due giorni fa avrebbe compiuto 61 anni.
E non è un caso che il vino preferito di Pino Daniele sia stato proprio quello, perché oltre alla sua Napoli il cantautore ha portato nel cuore anche la Toscana. Terra in cui ha scelto di vivere per molti anni.
“Una persona squisita – racconta Miguel Dell’Acqua questo ricordo. Un ricordo dolce. Mi sembra di sentire ancora ora le sue parole, dette nel suo italiano. Con quella sua voce dall’accento napoletano marcato. Quell’accento che non si può cancellare mai”.

Comments are closed.