Il fascino di un rito

Ricolmatura

Ricolmatura

É una vecchia foto che evoca un viaggio a ritroso nel tempo (1970) in cui al “Greppo” lo scrittore Mario Soldati, grande narratore della cultura eno-gastronomica italiana, si affascinava al magico rito della ricolmatura delle “Riserve”. Con lui Tancredi Biondi Santi e un giovane Veronelli, che di Soldati raccolse il testimone, e che, forse ispirato dall’evento, trovò la formula della “degustazione perfetta”, che vale la pena cercare per una vita: “ogni assaggio di Brunello – qualsiasi il cru – mi ricorda Mahler”, confessando che era “millanta volte meglio suggerire al lettore musica, canto, poesia” di un vino e non puntigliose espressioni enoiche.

Lascia un Commento