Sandro Chia: arte e vino tra Montalcino e New York

Dopo le prime esperienze negli anni ’80, Sandro Chia, nel 2017, tornerà ad esporre a New York da Marc Straus, la galleria di fama internazionale nel Lower East Side. “Nato” e affermatosi in Italia come uno degli esponenti più stimati della Transavanguardia, Sandro Chia espone per la prima volta in una “personale” a New York nel gennaio 1980 ed è subito successo. Dopo un ventennio dedicato all’arte, in ogni sua forma, negli anni 2000 si trasferisce a Montalcino, dove produce Brunello al Castello di Romitorio, fortezza del XII secolo arricchita dal tocco di originalità e modernità delle opere del maestro. Ma la professione di vignaiolo non impedisce lo sviluppo della sua arte che continua tra gli studi di Montalcino e Miami. Nel 2015, ecco una nuova occasione per mostrarsi al mondo come artista: gli amministratori a Marc Straus lo vedono passeggiare sul marciapiede difronte alla galleria, corrono a presentarsi e dopo vari incontri e visite per visionare i nuov lavori, hanno deciso di riportarlo alla ribalta con una nuova “personale” newyorkese.

Comments are closed.