Ocm: chi accede e chi no ai finanziamenti

La grande macchina della promozione del vino italiano nel mondo non si ferma mai e sono le graduatorie per accedere ai finanziamenti dei progetti per la promozione del vino italiano nei Paesi terzi che verranno elargiti dalla Regione, attraverso i fondi Ocm per l’anno 2016/2017 ad essere, in questi giorni, argomento saliente tra vignaioli ed esperti. E Montalcino, come ogni anno, attraverso le sue cantine di Brunello, è ben rappresentata – tra le Ati (Associazioni Temporanee di Impresa) che hanno partecipato al bando – sia tra i progetti che sono stati finanziati sia tra quelli esclusi. In Toscana, sono ben 34 i programmi ammessi a finanziamento, per un totale di contributo comunitario di 8.234.857,50 di euro, che attiverà una somma complessiva di investimenti pari a 16.809.261 di euro. Ma, andando a guardare nello specifico, quali sono le cantine di Montalcino che hanno ottenuto il finanziamento? Partiamo dal Consorzio del Vino Brunello di Montalcino che usufruirà di 457.829,74 euro su un progetto del valore di 934.346,40 euro. Ci sono, poi, Argiano, che riceverà un finanziamento di 105.462,90 su un importo di 215.230,40 euro e San Felice con 195.838,30 su 399.670 euro. Tra i gruppi con interessi a Montalcino ci sono Tenuta Poggio al Tesoro della famiglia Allegrini, che a Montalcino produce Brunello a San Polo, che si vedrà finanziati 146.994 euro su un totale di 299.988, Collemassari Spa, proprietaria della cantina Poggio di Sotto (100.287,71 euro su un totale di 204.668,80) e Tenute del Cerro SpA (La Poderina) con un totale di 196.000 euro su un progetto di 400.000. Ma, se da una parte c’è chi ha ottenuto il finanziamento, dall’altra, ci sono anche Ati che non sono riuscite ad ottenere il nulla osta dalla Regione Toscana. Tra i bocciati, progetti dichiarati non ricevibili per difetti burocratici, compaiono La Magia e Marco Mantengoli. Questo un primo “assaggio” sul panorama dei progetti Ocm. Nei prossimi giorni, scaveremo più a fondo per raccontare nel dettaglio tutte le cantine che hanno partecipato al bando per l’anno 2016-2017.

Comments are closed.