Querce Bettina nella Douja D’Or di Asti

I vini della Toscana sono tra i protagonisti al Salone Nazionale di Vini Selezionati “Douja d’Or” in programma ad Asti fino al 18 settembre. Ed il Brunello la fa da padrone.
Nella capitale mondiale dell’enologia si svolge infatti un concorso nazionale di altissimo livello, destinata ai vini Doc e Docg scelti dall’Onav. La selezione è dura: oltre 1000 vini di tutti Italia vengono degustati, di questi solo quelli con una valutazione superiore a 87/100 arrivano alla fase finale e solo chi va oltre i 90/100 ottiene l’esclusivo Oscar ovvero la possibilità di fregiarsi della Douja D’or sull’etichetta.
E sono quattro i vini toscani che hanno superato la selezione. Due dell’azienda agricola Querce Bettina: il Brunello di Montalcino Docg 2011 e il Rosso di Montalcino 2013. E due della cantina Conte Guicciardini di Ferdinando Guicciardini: il Chianti Colli Fiorentini Docg Riserva 2012 Castello di Poppiano e il Morellino di Scansano Docg Riserva 2012 Massi di Mandorlaia.
La manifestazione nel 2016 è diventata ancora più esclusiva, alzando l’asticella per la selezione (fino al 2015 era di 85/100), scelta che ha ristretto la rosa dei finalisti e dei premiati, innalzando decisamente la qualità. Una scelta che è piaciuta ai produttori vitivinicoli: le adesioni a questa edizione, infatti, non sono diminuite.
Fino al 18 settembre anche loro saranno tra i 354 vini esposti a Palazzo Ottolenghi. Un salone arrivato sua 50ma edizione proprio nel 2016 che comprende davvero il gotha della produzione enologica nazionale racchiuso in una meravigliosa enoteca sotto volte affrescate. Tutti i vini saranno in degustazione e acquistabili. Il palazzo sarà sede anche di numerosi incontri sul territorio e serate d’assaggio guidato a cui si aggiungono pomeriggi di degustazioni a cura delle camere di commercio Piemontesi.

Comments are closed.