BaroloBrunello International sbarca a Lugano il 25 e il 26 marzo

Ai blocchi di partenza BaroloBrunello International, l’evento che si terrà questo fine settimana, il 25 e 26 marzo a Lugano. Forte del successo dell’ultimo incontro tenutosi lo scorso novembre a Montalcino, che ha suscitato l’interesse di oltre 600 visitatori provenienti da tutta Italia, ma anche da Argentina, Brasile, Svizzera, Germania, Spagna, Francia, Inghilterra, Norvegia, Polonia, Principato di Monaco, Serbia, Svezia, Russia, USA e Giappone, BaroloBrunello diventa sempre più completo e si apre ai mercati internazionali. La prestigiosa cornice del LAC. Lugano Arte e Cultura, centro culturale dedicato alle arti visive, sceniche e alla musica, è l’esclusivo teatro di questo primo appuntamento all’estero. Uno dei punti di riferimento culturali della Svizzera diventerà, per la prima volta, parte integrante di una degustazione – evento da sempre fortemente legato agli spazi in cui si svolge. Il vino è arte e dunque possiamo affermare che questi selezionati produttori italiani sono gli “artisti” di Langhe e Montalcino che espongono le loro opere in una struttura simbolo dell’arte contemporanea. Da questa edizione BaroloBrunello International introdurrà nella kermesse anche un nuovo spazio, il Cabinet Project, riservato esclusivamente agli operatori di settore che vogliano approfondire in incontri “one to one” i rapporti con i produttori selezionali per l’edizione Svizzera. La forza di BaroloBrunello sta nella rigorosa e indipendente selezione dei partecipanti scelti esclusivamente dal team di WineZone, coordinato da Andrea Zarattini, Emanuele Varino e Stefano Pancera, attraverso assaggi che seguono canali indiretti: acquisti in enoteca, manifestazioni, presentazioni alla stampa e cantine di collezionisti. “Solo dopo aver selezionato la cantina ci rechiamo dal produttore e nella sua vigna – precisa Andrea Zarattini di WineZone – senza mai richiedere campioni per procura e sempre dopo diversi assaggi, incontri, confronti. Oltre alla qualità premiamo l’idea e la rappresentatività che una cantina incarna del territorio d’appartenenza. L’eccellenza non si improvvisa, non si compra: si conquista”. Espositori selezionati e numero limitato di ingressi: questa è la formula vincente – secondo gli organizzatori di WineZone – per assicurare e favorire la relazione tra chi ama l’eccellenza vinicola italiana e i diretti artefici di quest’arte. Focus – I protagonisti di BaroloBrunello International Barolo Agricola Gian Piero Marrone, Az. Agr. Giuseppe Mascarello e Figlio, Boglietti Enzo, Burzi Alberto, Cavallotto, Diego Conterno, Dosio, Elvio Cogno, Ettore Germano, Fratelli Alessandria, Giacomo Borgogno & Figli, Gianfranco Alessandria, Le Strette, Marengo Mario, Pelassa, Principiano Ferdinando, Rivetto dal 1902, Scarzello Giorgio & Figli, Vajra, Vietti. Brunello di Montalcino Banfi, Canalicchio di Sopra, Caprili, Casanova di Neri, Cava d’Onice, Col d’Orcia, Ferrero Claudia, Fuligni, Il Marroneto, La Mannella, Mastrojanni, Pietroso, Podere Le Ripi, Poggio di Sotto, Sanlorenzo, Talenti, Tenuta Il Poggione, Uccelliera.

Comments are closed.