Il ritorno alla bottiglia

Se negli anni della crisi il bicchiere era la soluzione più adatta alle tasche degli amanti del buon bere, un piccolo lusso a cui non rinunciare, con l’economia che, seppur lentamente, riparte, l’oculatezza resta, ma si torna a puntare sulla qualità, concedendosi una buona bottiglia condivisa al ristorante come negli acquisti. Un ritorno, dunque al “classicismo” enoico a simboleggiare una nuova e rinnovata voglia di ritrovarsi e stare in compagnia stappando una bottiglia di qualità. E quale bottiglia incarna al meglio questo spirito di convivialità che non prescinde dalla qualità se non il Brunello di Montalcino?

Comments are closed.