Al via a Siena Millennials Fest. Tra le eccellenze anche il vino bio di Montalcino

L’innovazione e la ricerca nel mondo dell’agri-food, dell’agricoltura e del benessere, con tante proposte dei giovani millennials che già operano nel settore. Questo il tema di Millennials Fest 2017 “Siena Food Innovation”, la due giorni che si apre oggi nella città del Palio. Un viaggio nel cibo, nella salute, nella geopolitica e nella creatività, con dibattiti, interventi e spettacoli teatrali a tema. Presente, durante il primo food hackathon show della scuola italiana, il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca scientifica Valeria Fedeli. Parteciperanno anche i giornalisti Stefano Liberti e Lucia Goracci, corrispondente Rai, che domani sera, al teatro dei Rinnovati (ore 21.15), presenterà “Assedio. Frammenti di reportage”, opera multimediale tratta dai reportage in Iraq e Siria. Nel corso della kermesse, a rappresentare il mondo del vino, ecco l’azienda di Montalcino Tenuta Collosorbo. “Intervengo oggi pomeriggio, nel Cortile del Podestà di Piazza del Campo, all’interno del segmento full innovation – fa sapere alla Montalcinonews Laura Sutera Sardo, che si occupa della parte enologica e viticola dell’azienda – parlerò del nostro recente percorso di conversione al bio, della salvaguardia del territorio e di nuove prospettive per lavorare in agricoltura in modo differente. È un bell’evento, volto all’agrifood, all’innovazione, con realtà diverse a livello europeo. Venerdì invece mi tratterrò un paio d’ore nella Future Zone ad esporre i nostri prodotti, vino e olio”. La Future Zone è uno spazio che comprende tante altre novità, come l’orto in cassetta, l’arnia didattica, il drone che fa analisi di precisione in agricoltura e la prima batteria a flusso realizzata con una molecola organica, ovvero con il chinone estratto dal rabarbaro. Quella di Collosorbo è una delle tante storie di innovazione nel settore dell’agrifood “glocal” e bio. “Fare agricoltura biologica non è difficile, è solo diverso – spiega Laura Sutera Sardo -. Si tratta di cambiare approccio e di aprire la mente, gli strumenti ce li abbiamo. Montalcino, per fortuna, è molto avanti. In questo ci aiuta il territorio e la sensibilità dei produttori nel coniugare qualità e tutela delle risorse”. Millennials Fest 2017 Siena Food Innovation è side-event ufficiale del G7 Science&Technology, ed è promosso da Santa Chiara Lab (Università di Siena), con il patrocinio del Miur, del Comune di Siena, della Camera di Commercio di Siena e della Fondazione Prima. “Vorremmo fare di questo evento un appuntamento di rilievo nazionale” – ha sottolineato a La Nazione il professor Angelo Riccaboni, coordinatore del Comitato organizzatore – per dimostrare come l’innovazione può  fornire un contributo importante alla sostenibilità dei sistemi alimentari  e  al benessere delle nostre comunità. Voglio ricordare il progetto ‘Prima’(Partnership for Research and Innovation in the Mediterranea Area), un programma europeo incentrato sullo sviluppo sostenibile di soluzioni tecnologiche e organizzative in materia di risorse idriche, sistemi alimentari e catene agroalimentari, con budget di 500 milioni e la partecipazione di 11 Paesi europei e 8 della sponda Sud del Mediterraneo”.

Comments are closed.