Tra “chiocciole” e “Grande Vino”, Slow Wine premia il Brunello di Montalcino

Autunno, tempo di guide e Montalcino risponde presente. Negli scaffali delle librerie è arrivata la pubblicazione Slow Wine riferita al 2018. Le ambite chiocciole sono state assegnate anche per alcune aziende di Montalcino come Baricci, Fattoi, Il Paradiso di Manfredi e Le Chiuse. Nella categoria “Grande Vino” il Brunello è rappresentato dalle annate 2012 di Corte dei Venti, Costanti, Pietroso, La Cerbaiola – Salvioni, Podere Sante Marie – Colleoni, Le Ragnaie; dalle Riserve 2011 di Sesti, Stella di Campalto e Poggio di Sotto e dalla Riserva 2010 Poggio al Vento di Col d’Orcia. In “Vino Slow” il Brunello di Montalcino compare 6 volte con le annate 2012 di Terre Nere, Il Paradiso di Manfredi, Le Chiuse, Fornacina, Pian delle Querci e San Carlo.

Comments are closed.