Montalcino è Brunello ma non solo. Alla scoperta di “Orciolo” sigaro bio di Col d’Orcia

Montalcino non è solo Brunello, ma è anche altro. Quello che non cambia mai è l’eccellenza. Anche per quei prodotti nuovi che hanno tutte le carte in regola per diventare grandi seguendo l’esempio di quelli che da anni sono ben conosciuti sul mercato. Prendiamo “Orciolo”, un prodotto nato dalla collaborazione tra l’azienda agricola Col d’Orcia di Montalcino e la Compagnia Toscana Sigari. Si tratta del primo sigaro italiano realizzato con Kentucky da agricoltura biologica. Montalcino ha aperto, per l’ennesima volta, una nuova strada. “Siamo stati i primi a tornare a coltivare tabacco biologico”, ha spiegato Francesco Marone Cinzano. E lo hanno fatto proprio su quei terreni utilizzati secoli fa per questo tipo di produzione. C’è dunque un pezzettino della storia agricola di questo territorio che torna in vita e che guarda al futuro rispettando il passato. “Orciolo” è stato accolto molto bene dagli intenditori, è prodotto in edizione limitata e ha una gamma di aromi ricca e particolare. Ma soprattutto conferma ancora una volta che Montalcino ha un legame speciale (anche) con il “bio”, settore che vede Col d’Orcia da sempre in prima linea. Nel video il Conte Francesco Marone Cinzano elenca tutti i “segreti” e le caratteristiche di “Orciolo”!

Guarda il video:

Comments are closed.