Benvenuto Brunello Usa, grande successo a New York e Chicago

Oltre trenta aziende di Montalcino rappresentate, un migliaio di operatori del settore, degustazioni prese d’assalto e seminari andati sold out. Benvenuto Brunello Usa, la prima tappa dell’anno del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino, ha consolidato il feeling speciale che lega il Brunello al mercato americano. Due tappe, New York e Chicago, dove si è scoperta la nuova annata del re del Sangiovese. “È andata molto bene – commenta Giacomo Pondini, direttore del Consorzio del Brunello – l’affluenza è stata alta con numerosi retailer presenti, circa 700 a New York e 300 a Chicago. L’accoglienza per il Brunello 2013 è stata eccellente, sono stati sottolineati diversi aspetti positivi”.

“Sono molto contenta perchè tra i presenti erano quasi tutti operatori – spiega Bianca Ferrini dell’azienda Giodo -. Enotecari, ristoratori, tutta gente del settore insomma. Nel complesso l’organizzazione è stata perfetta. Era la prima volta che partecipavamo, ma il giudizio è così positivo che pensiamo di ripetere l’esperienza anche il prossimo anno”.

A New York, a rappresentare Col d’Orcia, era presente il conte Francesco Marone Cinzano in persona. “C’è stata una consueta e importante partecipazione di giornalisti e operatori – sottolinea Marone Cinzano – perché l’evento rimane un grande appuntamento nel calendario delle degustazioni dei vini italiani. Dispiace semmai vedere diminuire la partecipazione dei produttori. Anche perché il pubblico c’è, l’interesse degli operatori è alto e gli Stati Uniti continuano a rappresentare il nostro mercato di riferimento per le esportazioni”.

“L’organizzazione è stata come sempre professionale ed è arrivata tanta gente, le prime tre ore non si riusciva neanche a girarsi – evidenzia Franz Loacker di Tenuta Corte Pavone – segno che il Brunello continua ad esercitare il suo fascino. Noi stiamo cercando nuovi contatti e l’edizione Usa è estremamente importante”. L’attenzione adesso si sposta verso Benvenuto Brunello (16-19 febbraio) a Montalcino. “Sarò presente – conclude Loacker – ho già qualche appuntamento con nuovi possibili clienti. Ci aspettiamo un successo anche quest’anno”.

È sempre aperta intanto la modalità di acquisto dei biglietti online di Benvenuto Brunello (costo 40 euro, clicca qui). Gli operatori del settore possono richiedere l’accredito entro il 13 febbraio al seguente link. Da quest’anno, per chi partecipa a Benvenuto Brunello, ci sarà anche la possibilità di frequentare quattro seminari, tenuti dal sommelier Luca Martini, dedicati al binomio Brunello-Tartufo, al Moscatello e al Rosso di Montalcino (prenota qui).

Comments are closed.