Benvenuto Brunello, le scuole protagoniste dell’evento

Benvenuto Brunello non rappresenta soltanto l’occasione per addetti ai lavori e wine lovers di scoprire in anteprima le nuove annate del “re” del Sangiovese e delle altre eccellenze vinicole di Montalcino. No, perché Benvenuto Brunello è anche un’ottima opportunità formativa per gli studenti che iniziano a costruirsi un futuro, mettendo in pratica quanto stanno imparando sui banchi di scuola. In questi giorni, ad esempio, vediamo i ragazzi dell’Istituto Professionale Pellegrino “Artusi” di Chianciano Terme pienamente attivi e protagonisti dell’evento che sta animando Montalcino. Giovani professionisti che si occupano di accoglienza, che entrano nei “meccanismi” della cucina e delle degustazioni. Un’importante occasione che le nuove generazioni stanno vivendo con entusiasmo e sempre con il sorriso sulle labbra. E il loro lavoro sembrerebbe che sia già stato notato dalle aziende come ci ha detto un professore della scuola. Una bella collaborazione che il Consorzio del Vino Brunello di Montalcino porta avanti da tempo anche con le scuole di Montalcino: dal Liceo Linguistico “Lambruschini” (presente a Benvenuto Brunello con le classi quinte che stanno svolgendo uno stage) all’agrario “Ricasoli”, fino all’Istituto Comprensivo che quest’anno ha riproposto il concorso di disegno per la migliore formella realizzata dagli alunni delle classi delle medie. La prossima settimana ci sarà lo “spoglio” dei voti dove scopriremo quale saranno le formelle che hanno ottenuto il maggior numero di preferenze dai visitatori di “Benvenuto Brunello”. Bravi ragazzi! Guarda il video:

Comments are closed.