Ciao Sunto, se ne va uno dei padri fondatori del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino

Ciao Sunto, Montalcino non ti dimenticherà. Se ne è andato Assunto Pieri, colui che ha dato vita all’azienda agricola Bellaria e tra i padri fondatori del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino. Aveva 96 anni. Un uomo conosciuto e apprezzato da tutti, un simbolo della Montalcino che si è rimboccata le maniche e che, con sacrifici e tanto lavoro, ha contribuito al successo di un territorio. Insieme all’amata moglie Bruna Tempori, Sunto, così era chiamato da tutta Montalcino, nel 1963 comprò il casolare e il terreno su cui poi si è sviluppata l’azienda. Una filosofia rigorosa e “tutta di un pezzo” nella produzione del vino, basata sul rispetto del territorio e della vigna. Dal 2000 la conduzione dell’azienda è passata nelle mani del nipote, Gianni Bernazzi, che, nonostante abbia contribuito a una forte modernizzazione di Bellaria, ha tenuto fede agli insegnamenti del nonno. A cui era veramente molto attaccato. “Mi ha insegnato, come produttore, a seguire la natura e a rispettarla. Come uomo l’importanza e il valore della correttezza”. Queste le parole di Gianni, pronunciate con voce commossa, alla Montalcinonews. Pieri, 97 anni, lascia la figlia Paola e i nipoti Gianni e Claudio. Oltre a un grande vuoto in tutta la città. Ma il suo insegnamento e i suoi valori dureranno per sempre. I funerali si terranno lunedì alle ore 15.30 al Santuario della Madonna di Montalcino. (Fonte: Montalcinonews)

Comments are closed.