Caso Soldera: solidarietà di tutti i produttori di Brunello

“Le cantine del Brunello di Montalcino si sentono coinvolte in prima persona da un evento cosi inqualificabile”. Così il presidente del Consorzio del Brunello di Montalcino Fabrizio Bindocci, ieri, ha espresso la sua vicinanza a Gianfranco Soldera. Bindocci “condanna un gesto che colpisce tutti i produttori di Brunello ed il territorio di Montalcino e tutte le 250 aziende riunite nel Consorzio manifestano la propria solidarietà”. Anche Silvio Franceschelli sindaco di Montalcino interviene, su Montalcinonews, commentando l’atto “infame e vigliacco compiuto ai danni della tenuta Case Basse”. La notte scorsa il produttore Gianfranco Soldera ha subito la distruzione dell’intera produzione (dal 2007 al 2012) che aveva in cantina, un danno di 62.600 litri di Bruello. Franceschelli, oltre ad esprimere “vicinanza e disponibilità” al produttore, dalle pagine di Montalcinonews, lancia un monito “per quanto riguarda la natura dell’evento inviterei tutti alla massima prudenza nel rispetto del pregio e dell’immagine di un territorio come Montalcino nel mondo. Ritengo che – continua Franceschelli – qualsiasi allusione a fenomeni dell’attività di stampo organizzato siano totalmente fantasiosi in un territorio come questo in cui si vive ancora lasciando la chiave nel portone di casa. Ho massima fiducia nella magistratura e negli inquirenti che da sempre sono una garanzia per il nostro territorio”.

One thought on “Caso Soldera: solidarietà di tutti i produttori di Brunello

  1. I see a lot of interesting posts on your page. You have to
    spend a lot of time writing, i know how to save you a lot of work,
    there is a tool that creates unique, google friendly articles in couple of minutes, just type in google – laranita’s free content
    source

Lascia un Commento