Botero e Chia: Brunello in pittura

Una lunga storia, che viene da lontano, un “amore splendido” quello che lega pittura e vino, due modi di fare arte, due facce della stessa medaglia che, spesso si uniscono per creare un qualcosa di speciale, di prezioso. Sono sempre di più gli artisti che legano il proprio nome e le proprie opere al vino, creando etichette per l’eccellenza enologica, riconoscibili, che colpiscono l’occhio di chi ama, beve e acquista vino, ma anche acquistando cantine e producendo vino. E Montalcino, con il suo Brunello, non è certo da meno. Sono molte le wine label create per il re del Sangiovese: Botero e Sandro Chia, che qui, nella sua tenuta di Castello di Romitorio, produce anche vino, alcuni dei nomi che hanno impreziosito il Brunello. Montalcino e il suo prezioso Sangiovese, vantano la prestigiosa “collaborazione” con Fernando Botero che, nel 2002, ha concesso l’utilizzo di una sua opera, “Il ratto d’Europa” per novemila bottiglie di Brunello di Montalcino, annata ’97. Fa parte della “categoria” artista vigneron, nuova “professione” oggi molto in voga, l’esponente della Transavanguardia Sandro Chia, che addirittura afferma: “a New York e Long Island preferisco Montalcino”.

Lascia un Commento