Marchesi de’ Frescobaldi: “ci sono le carte per un’ottima annata”

“Bisogna ancora aspettare, ma la vendemmia si prospetta positiva e di grande qualità” così Lamberto Frescobaldi, recentemente eletto presidente di Marchesi de’ Frescobaldi, si pronuncia riguardo alla vendemmia 2013. “Siamo ancora in attesa di iniziare la vendemmia in tutte le nostre tenute – prosegue il neopresidente – stiamo ancora aspettando ma, se ci viene regalato un bel settembre soleggiato e fresco, ritengo si potrà fare una vendemmia fantastica. Quantitativamente parlando, in alcune aree della toscana c’è è più uva dell’anno scorso, in altre siamo in linea con l’anno passato: in generale, conto su un piccolo aumento di raccolto. Parlando invece di qualità, ad oggi ipotizziamo uve profumate con buoni PH, adatti per futuri vini da invecchiamento: il meglio che ci si possa aspettare da una vendemmia”.
Scendendo nel dettaglio, per quanto riguarda la Tenuta di CastelGiocondo, dove i Frescobaldi producono Brunello di Montalcino, anche se la vendemmia entrerà nel vivo solo tra un mese e le uve per le riserve saranno raccolte intorno al 10 ottobre, le premesse per una vendemmia bella, profonda, complessa , anche grazie all’esposizione a sud, sud-ovest, caratteristica perfetta per annate con andamento climatico come quella di quest’anno, ci sono tutte.

Lascia un Commento