Arriva “Montalcino d’Ottobre”

Dalla storia e dalla cultura medievale ilcinese nasce “Montalcino d’Ottobre”, una serie di appuntamenti culturali ed enogastronomici volti alla riscoperta dei piatti della tradizione del territorio e della Toscana. “Montalcino d’Ottobre, colori, profumi, sapori e tornei” è l’evento di scena sabato 12 ottobre, per le vie della città del Brunello, organizzato dai Quartieri Borghetto, Pianello, Ruga e Travaglio, come anteprima della “Sagra del Tordo” (26-27 ottobre), kermesse che, da oltre mezzo secolo, a colpi di frecce scoccate nel Torneo con l’arco, tuffa Montalcino nella storia, nel glorioso passato medievale, che vedeva la città del Brunello una vera e propria capitale militare, economica e culturale del territorio senese.
La cultura del cibo, il connubio di saperi che fondono tradizione e modernità e sapori in equilibrio tra antiche ricette e fantasia dell’arte culinaria, sono i veri protagonisti di “Montalcino d’ottobre” l’appuntamento che, attraverso il rito dello stare insieme, attorno ad un tavolo, e per le vie del centro storico, attraverso la condivisione del cibo e dei segreti che stanno dietro ad ogni piatto, porterà gli amanti del buon bere e del buon mangiare in dietro nel tempo, con un tuffo nella tradizione e nel passato di questo fazzoletto di terra amena del Senese. Divisi i compiti e i piatti i Quartieri, per la cena “Montalcino d’ottobre, colori, profumi, sapori e tornei” si sfideranno in una competizione all’ultima forchetta di piatti tipici come la “Frittata in trippa” del Borghetto, in via Panfilo dell’Oca, contro le “Pappardelle al sugo di carne” della Ruga, davanti alla trecentesca Chiesa di Sant’Agostino, la “Trippa allo zafferano” del Pianello nella suggestiva Piazzetta San Pietro e la “Schiacciata con l’uva” del Travaglio, nella panoramica via Donnoli, solo per citare i piatti che saranno serviti per le vie del centro storico in abbinamento a Rosso e Brunello di Montalcino e, l’immancabile ed antichissimo, Moscadello di Montalcino.
Un appuntamento che, oltre dal cibo e dal vino, vedrà le vie di Montalcino, animate da spettacoli itineranti, le performance del gruppo di danze antiche “La Vita Nova” di Judith Bartlett, le alchimie musicali di “Inchanto” e “Messer Lurinetto” e, ancora, per gli amanti delle tradizioni popolari, il concerto, in Piazza del Popolo, dell’Orchestra “Vg Big Band”.
“Montalcino d’ottobre, colori, profumi, sapori e tornei” è, quindi, l’ouverture dell’attesissima “Sagra del Tordo” (26-27 ottobre), la prima manifestazione di questo genere in provincia di Siena, nata nel 1958, con l’obiettivo di unire la storia medievale della città con quello culinario, legato alla tradizione venatoria del territorio che, con i suoi boschi custodiva il “passo” autunnale degli uccelli migratori. Per informazioni e prevendita è possibile rivolgersi all’Ufficio Turistico di Montalcino (tel. 0577-849331, info@prolocomontalcino.it). I tagliandi sono acquistabili anche direttamente nei Quartieri: il costo della cena, con “menù a tappe”, è 25 euro per gli adulti, 10 euro per i ragazzi (dai 6 ai 12 anni) e per i bambini (fino 6 anni) è gratuito.

Lascia un Commento