Vigneto bene rifugio: anche il Financial Times esamina il fenomeno

 

 

Passaggio mozzafiato, produzione ad alto valore aggiunto e il vino come “forma estetica” portano l’agricoltura ad essere uno dei pochi settori in controtendenza: questi gli ingredienti che fanno della terra un bene rifugio, attrattore di investimenti, da parte soprattutto di capitali stranieri. E anche il Financial Times, il principale giornale economico-finanziario del Regno Unito ed uno dei più antichi, autorevoli e letti del mondo analizza nel dettaglio fenomeno. Tra i territori preferiti, da sempre, la Francia ma anche l’Italia, negli ultimi, anni ha visto un boom di acquisizioni da parte di grandi gruppi finanziari ed industriali degli Stati Uniti, seguiti da Brasile e Russia, e, sempre più in aumento anche l’interesse della Cina. Ma quali sono i territori più appetibili? Anche se l’Italia enoica fa gola nella sua interezza, da nord a sud, infatti, il fenomeno si verifica abbastanza uniformemente, a fare da apripista è senza dubbio la Toscana con Montalcino, Chianti e Bolgheri tra i territori più gettonati dal jet set mondiale.

Lascia un Commento