Brunello 2010: la “Top 10” by Slow Wine

“5 stelle strameritate”, questo il verdetto dello staff, formato da Stefano Ferrari, Fausto Ferroni, Vito Lacerenza, Fabio Pracchia, Jonathan Gebser e Davide Panzieri, di Slow Wine alle prese, nei giorni scorsi a Montalcino, in occasione di Benvenuto Brunello 2015, con l’annata 2010, considerata da molti come una delle più grandi degli ultimi decenni. Dopo gli assaggi il verdetto è questo: un’annata molto bella ma non omogenea. Ci sono dei fattori che devono essere obbligatoriamente considerati: la tecnica ed il talento del produttore, per esempio, essenziali per la riuscita del vino anche in vendemmie eccezionali come la 2010. Generalmente è un’annata di bella freschezza, a volte però l’acidità non è accompagnata da polpa adeguata. Chi ha saputo interpretare bene l’annata ha ottenuto vini di grande equilibrio, freschezza, eleganza, molto classici nel profilo gustativo, con un frutto integro, tannini solidi e maturi.
Giudizi interessanti che hanno portato alla redazione di una classifica che racchiude in 10 migliori assaggi di Brunello 2010.

Focus – La Top 10 by Slow Wine
Brunello di Montalcino 2010 Fattoi
Brunello di Montalcino 2010 Fuligni
Brunello di Montalcino 2010 Lambardi
Brunello di Montalcino 2010 Le Chiuse
Brunello di Montalcino Vigna Vecchia 2010 Le Ragnaie (anche Fornace)
Brunello di Montalcino 2010 Il Paradiso di Manfredi
Brunello di Montalcino 2010 Pietroso
Brunello di Montalcino 2010 Poggio di Sotto
Brunello di Montalcino 2010 Salvioni
Brunello di Montalcino 2010 Sesti

Comments are closed.