Allegrini: tra promozione di squadra e Grand Tour

Una accademia per consolidare il settore, non più aziende concorrenti, ma alleate per fare formazione e per una sistematica valorizzazione dei territori del vino. Nella tradizionale serata di gala che fa incontrare, da 11 anni, vip e personalità che arrivano a Verona nei giorni di Vinitaly, Marilisa Allegrini, alla guida di uno dei più importanti brand dell’Italia enoica, che produce anche il Brunello alla cantina San Polo a Montalcino, ha presentato la “Italian Signature Wines Academy”, un ambizioso progetto condiviso con Marchesi de’ Frescobaldi, che a Montalcino sono presenti con CastelGiocondo e Luce della Vite, Feudi di San Gregorio, Fontanafredda, Planeta, Arnaldo Caprai e Villa Sandi. A fare da cornice la splendida Villa La Torre a Fumane di Valpolicella, dove, con suggestivi giochi di luce, ha preso forma la visione di Allegrini del moderno Gran Tour, l’offerta cioè che l’azienda propone ai winelovers di lutto il mondo di visitare le sue realtà produttive ed emozionali che si estendono dal Veneto alla Toscana. I percorsi amati che toccheranno Venezia, Verona, la Valpolicella, Bolgheri e Montalcino parleranno di vigneti, cantine, case coloniche, scenari campestri di grande bellezza, ma anche di città d’arte, storia, cultura del cibo e del vino, Su tutto, ovviamente, il vino, medium trasversale che collega ogni cosa e celebra, con orgoglio, il Valore Italia.

Comments are closed.