“Oscar del Vino” 2015: nomination a Biondi Santi

Le votazioni on line sono chiuse, i giochi sono fatti, ma per accendere i riflettori e conoscere il verdetto di uno degli eventi più glamour e attesi del vino italiano, bisognerà aspettare fino a sabato 6 giugno per la notte degli “Oscar del Vino” by Bibenda, di scena al Rome Cavalieri. One man show della serata, come sempre, la guida della Fondazione Italiana Sommelier, Franco Ricci. E, tra i “nominati” eccellenti, in lizza per la nomination “Miglior azienda vinicola” c’è anche Montalcino con Biondi Santi e il suo Brunello di Montalcino Riserva 2008 che lotterà contro la cantina Centopassi con Tendoni di Trebbiano 2012 e la cantina Santadi con il Carignano del Sulcis Superiore Terre Brune 2010.
Tante, poi, le categorie degli Oscar: “Miglior Vino Rosso”, “Miglior Vino Bianco”, “Miglior Vino Rosato”, “Miglior Vino Spumante” “Miglior Vino Dolce”, “Migliore Etichetta con Miglior Vino”, “Miglior Vino di grande qualità prezzo”, “Migliore Olio del Raccolto 2013”. E, come sempre, i premi speciali “Migliore Enologo”, “Miglior Ristorante”, “Miglior Scrittore”, “Migliore Innovazione nel Vino”, “Migliore Addetto Commerciale” ed il Premio Speciale della Giuria.
A contendersi, poi, la palma di “Miglior vino Bianco” sono invece Tasca d’Almerita con il Sicilia Contea di Sclafani Chardonnay 2012, Jermann con il Vintage Tunina “Tappo a vite” 2005, e Cataldi Madonna con il Pecorino Giulia 2013; il “Miglior vino spumante”, ancora, sarà uno tra il Dubl + 2011 di Feudi di San Gregorio, il Verdicchio dei Castelli di Jesi Brut M. C. Ubaldo Rosi Riserva 2008 di Colonnara e il Soldati La Scolca Brut d’Antan Millesimato 2003 de La Scolca. In corsa per il “Miglior vino rosato” ci sono l’Alto Adige Brut Rosé Athesis Talento Metodo Classico di Kettmeir, loa Spumante Metodo Classico 4478 Nobleffervescence di Quatremillemètres, ed il Rosé Brut 2011 di Terrazze dell’Etna; il Moscato Passito di Saracena 2013 di Cantine Viola, il Vinsanto del Chianti Classico 2004 di Fontodi ed ilMoscato Giallo Passito Baronesse Baron Salvadori 2011 di Nals Margreid si contendono il titolo di “Miglior vino dolce”. Infine, saranno il Molise Aglianico Contado 2012 di Majo Norante, il Frascati Superiore Vigneto Santa Teresa 2013 di Fontana Candida ed il Vino Nobile di Montepulciano 2011 Tenute del Cerro a correre per la categoria “Miglior vino di grande qualità-prezzo”, e il Bolle di Lambrusco To You di Ceci, il Trentino Chardonnay del Diaol Ritratti 2013 di La Vis ed il Suisassi 2011 di Duemani per quella di “Migliore etichetta con miglior vino”.

Comments are closed.