Marchesi de’ Frescobaldi punta a nuove acquisizioni in Toscana

Marchesi de’ Frescobaldi (www.frescobaldi.it), storica griffe nel mondo del vino di Toscana e d’Italia, con oltre 700 anni di storia alle spalle e che a Montalcino possiede le cantine Castelgiocondo e Luce della Vite, punta a crescere in Toscana, puntando a nuove acquisizioni in alcuni dei terroir più importanti della regione, da quello del Brunello di Montalcino al Chianti Classico.
Forte di un bilancio in crescita, che nel 2015 si è chiuso a 95 milioni di euro, a +9% sugli 87 milioni di euro del 2014, il gruppo guidato dal presidente Lamberto Frescobaldi è a caccia di nuove proprietà, con trattative in parte già avviate, come fa sapere il sito Winenews.it, il sito più cliccato dai winelovers, in alcuni dei territori più prestigiosi del vino di Toscana.
Per una crescita organica che vedrebbe così il gruppo aggiungere nuove aziende e vigneti a quelli già di proprietà, da Castello di Nipozzano, nel Chianti Rufina, a Castelgiocondo e Luce della Vite, a Montalcino, da Tenuta di Castiglioni, a Montespertoli in Val di Pesa, alla Tenuta dell’Ammiraglia progettata da Sartogo, a Magliano in Toscana, nel cuore della Maremma, fino al Castello di Pomino, in località Pomino, fino alla Conti Attems in Friuli Venezia Giulia, senza dimenticare la maggioranza della “Tenute di Toscana”, proprietaria di due delle griffe più importanti del vino italiano, Ornellaia e Masseto, e la presenza nel Chianti Classico, dal 2014, con l’affitto la quasi totalità dei vigneti (61 ettari vitati su 80, dei 400 complessivi dell’azienda) del Castello di San Donato in Perano, a Gaiole in Chianti).

Comments are closed.