“Opera Wine”: 8 Brunello alla “Anteprima” di Vinitaly

“OperaWine: Finest Italian Wines, 100 Great Producers”, la lista che segue i terroir d’Italia, stilata da “Wine Spectator”, unico responsabile deputato alla scelta dei “Top 100” d’Italia per “Anteprima” Vinitaly 2016, si tinge di Brunello. È il “re” del Sangiovese, eccellenza del made in Italy enoico e vino che gli americani amano, la denominazione che, per il quarto anno consecutivo si conferma la più rappresentata, in assoluto (ben 11 etichette su 101), nell’“evento degli eventi” che aprirà, sabato 9 aprile 2016 al Palazzo della Granguardia, la kermesse di Verona che, quest’anno festeggia i suoi primi 50 anni. Molte le conferme per il Brunello di Montalcino che, tra le 8 etichette che debutteranno nell’edizione 2016, annovera una novità, Castello Banfi. Sempre presenti le etichette di Brunello by Altesino, Biondi Santi, Casanova di Neri, Mastrojanni, Il Poggione, Siro Pacenti e Valdicava a cui fanno eco importanti brand dell’Italia enoica con interessi a Montalcino come Allegrini, che in terra di Brunello produce con la cantina San Polo, Gaja con Pieve Santa Restituta, Marchesi Antinori con la cantina Pian delle Vigne, Marchesi de’ Frescobaldi con CastelGiocondo e San Felice con Campogiovanni.
Un bel traguardo per Montalcino che consolida il suo ruolo e l’importanza del lavoro che, negli anni, ha svolto e continuerà a svolgere nella produzione di Brunello, il suo prodotto principe e della sua promozione nel mondo.

Focus – Le cantine di Brunello a OperaWine 2016

Altesino – Brunello di Montalcino Montosoli 2010
Biondi Santi – Brunello di Montalcino 2008
Casanova di Neri – Brunello di Montalcino Cerretalto 2008
Castello Banfi – Brunello di Montalcino Poggio alle Mura Riserva 2008
Il Poggione – Brunello di Montalcino 2007
Mastrojanni – Brunello di Montalcino Vigna Loreto 2007
Siro Pacenti – Brunello di Montalcino 2007
Valdicava – Brunello di Montalcino Madonna del Piano Riserva 2006

Comments are closed.